• Molo 21

Il Salmone, tutto quello che c’è da sapere

Oggi parliamo di una delle materie prime tra le più amate: il salmone!


Facile da cucinare a casa, gustoso in ogni ricetta e divino se sapientemente trattato

Scopriamo tutto quello che c’è da sapere sul salmone!


Salmone, provenienza e descrizione

Salmone è il nome con cui comunemente conosciamo questa specie che appartiene alla famiglia Salmonidae. In origine la provenienza è da ricercare nell’Oceano Atlantico e in quello Pacifico ma, per soddisfare l’enorme richiesta mondiale, oggi è il pesce più allevato al mondo.


Il salmone ha una carne molto pregiata, dal sapore delicato e caratteristico. Ha una forma snella e allungata, con il capo appuntito. In base alla tipologia la forma e l’aspetto possono variare:

· il maschio può raggiungere dimensioni sino a 150 cm di lunghezza;

· la femmina difficilmente supera i 120 cm.

In genere, il salmone vive 4-6 anni e raramente raggiunge la soglia dei 10. Non molti sanno che i salmoni nascono di colore bianco e poi acquistano il loro tipico colore durante la crescita, grazie soprattutto all’alimentazione a base di crostacei, alghe e plankton, la carne diventa di colore rosa più o meno pallido.


Il salmone allevato ha una particolare alimentazione alla quale, spesso, vengono aggiunti dei coloranti autorizzati che gli conferiscono il colore che noi tutti conosciamo.


Il salmone, un vero toccasana per la salute


I pesci grassi in generale e il salmone sono un vero toccasana per la salute, perché contengono in particolare Omega 3, acidi grassi polinsaturi che fanno miracoli per la pelle, proteggendola dall’esposizione dei raggi del sole, dal freddo e dall’inquinamento. Non solo, queste sostanze nutritive contribuiscono a riparare la pelle danneggiata mantenendo le membrane delle cellule sane e idratate!

Il salmone fa parte di quelli che vengono chiamati “superfoods” ovvero alimenti ricchi di principi attivi che hanno anche funzione di antinvecchiamento.


Come riconoscere il salmone fresco


Saper scegliere il salmone assicura ai commensali un pasto sano, buono e di qualità. Ma come riconoscere il salmone fresco?

Vi diamo alcune chicche per non sbagliare:

· il salmone intero deve presentarsi con l’occhio convesso e vivo;

· le branchie devono essere umide e rosa;

· la carne ben soda e dal colore brillante.

È bene ricordare che ci sono dei piccoli trucchi per capire se il pesce è fresco o no, come l’odore che non deve essere mai forte e sgradevole, gli occhi devono essere brillanti, umidi e mai opachi. Infine, il pesce fresco ha una pelle tesa, umida ed elastica.


Dopo aver scelto il salmone fresco, la prima regola da seguire è quella di scegliere una preparazione adeguata che inizia con il lavaggio fatto con cura con cura, dentro e fuori, sotto l’acqua fresca corrente. Acquistandolo in pescheria vi capiterà sicuramente che alla pulizia ci abbia già pensato il pescivendolo, ma nel caso non sia così pulitelo togliendo tutte le interiora, branchie comprese!


Tempi di cottura del salmone


I tempi di cottura del salmone variano dal peso. Per un salmone intorno ai 600 grammi basteranno 25 minuti. Ovviamente, più aumenta il peso maggiore sarà il tempo di cottura: per un salmone da 1kg serviranno circa 35 minuti, mentre per salmoni più grandi può servire anche un’ora.


Il salmone da Molo 21


Da Molo 21 amiamo sperimentare tutto ciò che il mare ha da offrirci con ricette sempre diverse, espressione della creatività del nostro Chef Kevin. Il salmone che amate tanto mangiare da Molo 21 viene accuratamente selezionato per voi e lavorato nel pieno rispetto delle sue caratteristiche organolettiche.


Attualmente i piatti a base di salmone che trovate da Molo 21 sono:

· Salmone, cavolfiore e olive nere

· Salmone croccante con guacamole


Sono sapori che vi incuriosiscono?

Vi aspettiamo qui, sulla nostra terrazza sospesa sul mare!


0 comments