• Molo 21

Cucinare i moscardini, tutti i segreti da conoscere!

Oggi parliamo dei moscardini, un mollusco che fa parte della famiglia delle Octopodidae, la stessa di seppie e calamari.

Vi racconteremo tutte le loro caratteristiche, come sia possibile distinguerli da prodotti simili come il polpo e vi sveleremo tutti i segreti per cucinarli nel migliore dei modi per ottenere un sapore unico come quello del nostro ragù di moscardini.

Questi piccoli molluschi sono molto versatili e stanno veramente bene con tutto ma, tra le tante tipologie di cottura, quella lunga e dolce è uno dei modi migliori per esaltarne il gusto e le proprietà.


I moscardini: caratteristiche e proprietà


I moscardini, conosciuti anche con il nome scientifico di eledone moschata, sono molluschi dall’aspetto simile a quello del polpo, ma più piccolo. Elencando alcune delle loro caratteristiche possiamo osserva che i moscardini non superano i 40 cm di lunghezza; la loro colorazione è più scura ed è un prodotto meno pregiato rispetto al polpo. I moscardini vengono pescati tutto l’anno e vivono principalmente sui fondali fangosi.

Oltre al gusto c’è di più! I moscardini sono dei pesci dalle buone proprietà nutrizionali: la loro carne consente un carico di vitamine e di sali minerali come il potassio, il fosforo e il sodio e un alto quantitativo proteico.


Moscardini o polipetti? Ecco come distinguerli


Può capitare di ritrovarsi di fronte a un dilemma: moscardini o polipetti?

I polipetti sono molluschi cefalopode, dotati di otto tentacoli e presentano due file di ventose, perfettamente simmetriche, su ciascuno di essi; hanno un colore più scuro rispetto a quello dei moscardini e abitano i fondali rocciosi del mar Mediterraneo. I polipetti vengono pescati in due periodi distinti dell’anno: da settembre a dicembre e da maggio a luglio.


I moscardini a differenza del precedente hanno dimensioni ridotte, infatti difficilmente riescono a superare i 700 g di peso. Il colore è tendente al grigio e la dimensione della testa è di gran lunga più piccola.

Piccola tips per i non esperti: un elemento che può aiutare a distinguere i moscardini dai polipetti sono i tentacoli. In questo caso sono presenti un’unica fila di ventose.

Una curiosità riguarda l’esistenza dei moscardini bianchi, che sono identitci per forma e grandezza a quello più comuni di cui vi abbiamo parlato finora.

Come capire se siamo davanti a un prodotto fresco oppure no? Un ottimo indicatore è sicuramente il colore: infatti, appena pescati i moscardini sono splendenti, poi gradualmente perdono lucentezza e, in caso di esemplari bianchi, il colore cambia verso il giallastro, mentre il bruno tende ad assomigliare al color piombo. Infine, prestate attenzione che al momento dell'acquisto i tentacoli siano integri e sodi.


Come cucinare i moscardini

Lessi, al vapore, in umido, alla piastra, al forno o fritti!

Cucinare i moscardini è divertente e il risultato è assicurato. I moscardini si possono cucinare in mille modi, seguendo mille ricette. Ciò a cui dobbiamo prestare attenzione è il tempo di cottura. In base alla loro grandezza ci sarà bisogno di calibrare bene i tempi: se stiamo cucinando moscardini più piccoli, ottimi per la frittura o per la cottura al forno, i tempi saranno più brevi; ai moscardini dalle dimensioni più grandi invece dovremo dedicare del tempo in più!

La pulitura deve essere fatta con attenzione e in profondità, per evitare spiacevoli inconvenienti come rimasugli di sabbia all’interno del piatto. Inoltre, avendo una carne piuttosto dura, i tempi di cottura dei moscardini sono lunghi.


I moscardini da Molo 21: le nostre mezze maniche con ragù di moscardini

Da Molo 21 lavoriamo i moscardini con cura e attenzione e il risultato è sempre goloso, profumato e saporito!

Dal momento in cui vengono pescati, a KM0 dai pescatori di Santa Marinella, al momento in cui il nostro Chef Kevin inizia il lavoro di pulizia e di preparazione, i moscardini vengono trattati in modo professionale grazie all'esperienza e all'amore che da sempre mettiamo in ogni piatto che trovate nel nostro menu!


Vi siete mai seduti sulla nostra terrazza sospesa sul mare, ordinato un calice di fresco vino bianco e un piatto delle nostre mezze maniche pastificio Mancini con ragù di moscardini? Una vera esplosione di gusto per conciliare al massimo la semplicità e il relax di una giornata trascorsa nel nostro magico mondo.


Ci vediamo da Molo 21!

0 comments