top of page
  • Writer's pictureMolo 21

Castrum Novum e i resti etruschi a Santa Marinella.


Santa Marinella, incastonata sulla splendida costa tirrenica, è una località che incanta non solo per le sue bellezze naturali ma anche per il suo ricco patrimonio archeologico. Scopriamo insieme Castrum Novum e i resti etruschi a Santa Marinella.

Passeggiando per le sue vie e ammirando il suo panorama mozzafiato, si percepisce subito un'atmosfera che racconta di antiche civiltà e di un passato glorioso che ancora vive sotto i nostri piedi.


Gli Etruschi a Santa Marinella


Castrum Novum e i resti etruschi a Santa Marinella.


Questa zona è stata abitata fin dal IX secolo a.C., quando gli Etruschi fondarono gli insediamenti di Punicum, l'antica Santa Marinella, e Pyrgi, l'odierna Santa Severa. Questi centri divennero presto cruciali per le attività commerciali, grazie alla loro posizione strategica sulla costa del territorio di Caere, l'attuale Cerveteri. La presenza etrusca in questa area è testimoniata da numerosi ritrovamenti archeologici che raccontano la storia di una civiltà avanzata, capace di influenzare profondamente i Romani che successivamente conquistarono questi territori.


Castrum Novum: la città ritrovata


Uno dei tesori archeologici più affascinanti nei pressi di Santa Marinella è Castrum Novum. Questa fortezza romana, costruita nella prima metà del III secolo a.C. durante le guerre puniche, aveva l'importante compito di controllare il litorale lungo la via Aurelia. Gli scavi archeologici hanno riportato alla luce le strutture fortificate, permettendo agli studiosi di comprendere meglio l'organizzazione delle città-fortezza romane. Dentro le mura di Castrum Novum si svolgevano attività che andavano dalla difesa militare al commercio, riflettendo l'importanza strategica e economica di questo insediamento.

Castrum Novum e i resti etruschi a Santa Marinella sono delle meraviglie visitabili tutto l'anno.


Castrum Novum e i resti etruschi a Santa Marinella. Pyrgi: un gioiello etrusco


Non si può parlare di archeologia etrusca senza menzionare Pyrgi. Questo sito, che oggi coincide con Santa Severa, era uno dei principali porti etruschi. I templi di Pyrgi, dedicati alle divinità etrusche, e le famose lamine d'oro, ritrovate nel 1964, sono testimonianze di una civiltà prospera e religiosa. Le lamine, che riportano iscrizioni bilingui in etrusco e fenicio, offrono una preziosa chiave di lettura per comprendere le interazioni culturali e commerciali tra gli Etruschi e altri popoli del Mediterraneo.


Molo21: un gioiello sul mare a Santa Marinella


Dopo una giornata passata a esplorare le meraviglie archeologiche di Santa Marinella e dei suoi dintorni, cosa c'è di meglio che concludere con una deliziosa esperienza culinaria? Molo21 vi aspetta per farvi gustare i sapori autentici della nostra cucina, con una vista spettacolare sul mare che tanto ha visto e tanto ha da raccontare. Venite a trovarci e lasciatevi trasportare non solo dalla storia ma anche dai sapori indimenticabili della nostra terra.


Santa Marinella non è solo una meta turistica, ma un viaggio nel tempo che vi permetterà di vivere la storia e la cultura del litorale romano, accompagnati da una ristorazione di eccellenza che solo Molo21 può offrire. Vi aspettiamo!

0 comments

Recent Posts

See All

Comments


bottom of page